Škoda 2012 - Pesaro Urbino Škoda - Enrico Bastianelli e Figli S.n.c.

Enrico Bastianelli e Figli S.n.c.

Salone di Francoforte 2013: gli highlight della ŠKODA

ŠKODA si prepara a lasciare un segno tangibile al Salone dell’Automobile di Francoforte, 
presentando in anteprima mondiale due nuovi modelli: la nuova Rapid Spaceback e la Yeti con 
un look completamente rinnovato. In totale quest’anno ŠKODA porterà sul mercato otto modelli 
nuovi o restyling di prodotto. Nei primi sette mesi del 2013 il Marchio ha consegnato 534.300 
vetture ai Clienti di tutto il mondo. 

“Con la più grande offensiva di prodotto della storia dell’Azienda, ŠKODA rafforza la propria posizione tra i marchi con il maggior volume di vendite sul mercato internazionale dell’auto”, afferma Winfried Vahland, Presidente ŠKODA. “La nostra gamma rinnovata e accresciuta dimostrerà la forza del Marchio al Salone di Francoforte. L’ampliamento costante della nostra offerta rispecchia l’efficienza della ŠKODA e del nostro team. La Rapid Spaceback con la sua offerta di spazio, funzionalità e design è diventata un nuovo punto di riferimento per il segmento”, aggiunge Vahland. “Nonostante le difficoltà che sta attraversando il mercato, noi continuiamo a crescere. Il nostro obiettivo è aumentare le vendite, entro il 2018, di almeno 1,5 milioni di vetture l’anno in tutto il mondo“, spiega Vahland. 

Al Salone di Francoforte la forza del Marchio della Freccia Alata è evidente. L’offerta ŠKODA comprende attualmente sette modelli: a cominciare da Citigo nel segmento delle utilitarie, passando per Fabia e Roomster, Rapid versione berlina, Rapid Spaceback, la serie Octavia, Superb fino a Yeti. Tutti i modelli ŠKODA riportano ora il nuovo logo e i segni distintivi delle nuove linee di design. 

La Rapid Spaceback: un nuovo modello di classe nel segmento delle compatte 

Con la Rapid Spaceback la Casa ceca amplia la propria offerta. “La Rapid Spaceback è il primo modello ŠKODA nel segmento delle vetture compatte e quindi rappresenta una pietra miliare per il Marchio”, afferma Frank Welsch, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA per lo Sviluppo Tecnico. “Per la prima volta siamo presenti nel segmento più forte del settore automotive in Europa. La Rapid Spaceback è un’auto perfetta per giovani e famiglie”, aggiunge Welsch. 

La Rapid Spaceback unisce design, dinamicità e linee accattivanti a tutte le migliori qualità tipiche delle vetture ŠKODA, distinguendosi dalla concorrenza sia dal punto di vista estetico sia funzionale. “La nuova Rapid Spaceback si presenta come un’alternativa interessante in questo segmento. È una vettura dalla personalità distintiva e dotata di un insieme di caratteristiche insuperabili”, afferma Welsch. 

La Rapid Spaceback, in linea con il nuovo linguaggio di design di Casa ŠKODA, è caratterizzata da tratti essenziali e specifici. Rispetto ai modelli compatti convenzionali, il profilo di questa vettura risulta 
notevolmente più allungato. A richiesta, la Rapid Spaceback può essere personalizzata in molti modi, ad esempio con un grande tetto panoramico in vetro e un lunotto posteriore esteso. Il frontale della Rapid Spaceback mostra il nuovo volto del Marchio: il logo rinnovato posto sul cofano motore, la caratteristica calandra, la disposizione a quadrifoglio dei gruppi ottici e dei fendinebbia. La parte posteriore è caratterizzata da linee dall’andamento spiccatamente orizzontale e dai gruppi ottici posteriori con forma a C tipica di ŠKODA. 

Gli interni si contraddistinguono per linee giovanili: la Rapid Spaceback è equipaggiata con volante a tre razze dal look sportivo e presenta nuove finiture e nuovo design per la tappezzeria interna. Oltre alla sua eleganza sportiva, l’abitacolo convince per l’ampiezza confortevole che offre ai passeggeri. Lo spazio per le ginocchia e per la testa dei passeggeri posteriori è superiore rispetto a tutti i modelli della categoria. Il bagagliaio, con un volume compreso tra 415 e 1.380 litri, rappresenta il nuovo standard di riferimento.  

La Rapid Spaceback è una vettura compatta estremamente intelligente, dotata di numerose soluzioni 
“Simply Clever”, come il doppio piano di carico nel bagagliaio grazie al quale è possibile suddividerlo in 
due superfici orizzontali. La gamma di motorizzazioni comprende quattro motori benzina e due Diesel. 
Poco dopo il lancio sul mercato sarà disponibile per la serie Rapid anche una versione GreenLine con 
emissioni di CO2 pari a 99 g/km. 

La nuova Yeti completamente rinnovata, ora disponibile in due diverse versioni 

La nuova Yeti verrà presentata al Salone di Francoforte in due diverse varianti: la Yeti in stile “urban” e la Yeti Outdoor con dotazioni per l’off-road. Entrambe le versioni sono caratterizzate da nuovo frontale e nuova parte posteriore, linee degli interni rinnovate, trazione integrale o anteriore e un maggior numero di combinazioni di motore e cambio. Nella versione “urbana” della Yeti gli elementi di design quali paraurti, protezioni sottoscocca, modanature laterali e battitacco sono in tinta con la carrozzeria, la versione Outdoor si contraddistingue per il colore nero di questi elementi che ne accentuano il look off-road. L’introduzione sui mercati europei comincerà a partire dalla fine del 2013. 

“La Yeti ha compiuto notevoli sviluppi da quando è stata lanciata sul mercato quattro anni fa, superando ampiamente le nostre aspettative. Ha dimostrato le sue potenzialità conseguendo ottimi risultati su strada e fuoristrada”, commenta Werner Eichhorn, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA per Vendite e Marketing. “La nuova versione della Yeti è ancora più attraente e versatile. Con questo rinnovamento, puntiamo a crescere nell’importante segmento dei SUV”. 

Entrambe le versioni della Yeti risultano essere molto versatili. È possibile scegliere tra sette motorizzazioni, trazione anteriore o integrale con frizione Haldex e cambio manuale o DSG. A ciò si aggiungono nuovi cerchi in lega e nuovi elementi di design degli interni, quali il volante a tre razze, nuovi tessuti e finiture, senza dimenticare le innovative caratteristiche tecnologiche. Basti pensare che la Yeti è il primo modello del Marchio della Freccia Alata a poter essere equipaggiato, a richiesta, di telecamera per visione posteriore. 

Lanciata con successo la più imponente offensiva di prodotto nella storia dell’Azienda 

La nuova ŠKODA Rapid Spaceback e la Yeti completamente rinnovata sono i più recenti “assi nella manica” della Casa ceca. “Negli ultimi due anni abbiamo rinnovato radicalmente la nostra gamma, ampliando la nostra offerta di prodotti da cinque a sette modelli”, spiega il Presidente ŠKODA Vahland. “Un’offensiva del genere non si è mai vista in ŠKODA”. 

Eccezionale risonanza per la nuova Octavia 

L’esempio della nuova Octavia mostra la calorosa accoglienza riservata dal mercato ai nuovi modelli della Casa ceca. “La nuova Octavia ha avuto una risonanza eccezionale tra i media e tra i Clienti”, spiega Werner Eichhorn, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA per Vendite e Marketing. Con la terza generazione della Octavia, la Casa automobilistica punta a raggiungere mezzo milione di vetture vendute per collocarsi nella top ten dei modelli best seller al mondo. 

La posizione unica che occupa la nuova Octavia nel suo segmento è solida e definita. Le versioni berlina e Wagon hanno come punti di forza l’impareggiabile spaziosità, il nuovo design, l’alta funzionalità, gli innovativi sistemi di comfort e sicurezza, i consumi ridotti, le numerose soluzioni “Simply Clever” e il rapporto ottimale qualità/prezzo tipico dei prodotti ŠKODA. 

Obiettivo: puntare sui mercati emergenti 

Nei prossimi anni ŠKODA intende mantenere un buon ritmo di crescita. L’obiettivo della sua strategia è quello di raggiungere entro il 2018 un volume di vendita di almeno 1,5 milioni di unità. Nei prossimi anni verrà lanciato in media un modello nuovo o facelift ogni sei mesi.  

I piani di sviluppo della ŠKODA puntano alla crescita a livello internazionale, in particolare su mercato 
cinese, russo e indiano. “ŠKODA si è affermata già da anni in questi Paesi. Si tratta di mercati dal grande potenziale. È nostra intenzione partecipare, aumentando la nostra quota in modo significativo”, commenta Eichhorn. 

La Cina è già oggi il mercato più importante per il Marchio. Dagli inizi nel 2007, il partner locale Volkswagen Shanghai ha prodotto in loco circa un milione di vetture ŠKODA. Nei primi sette mesi del 2013, circa un quarto delle consegne della ŠKODA sono state destinate al mercato cinese. Nei prossimi anni il Marchio intende aumentare le proprie vendite in Cina fino a raggiungere circa mezzo milione di vetture l’anno. Per farlo, la Casa ceca mira ad ampliare notevolmente la propria gamma di prodotti in questo Paese. La varietà di prodotti ŠKODA riservata al mercato cinese e realizzata in loco, infatti, passerà da tre a sei modelli entro la metà del 2014. 

In Russia ŠKODA ha cominciato ad insediarsi in due siti produttivi. La Russia oggi rappresenta il terzo 
mercato di sbocco della ŠKODA nel mondo e il secondo in Europa. Proprio nello stabilimento di Nizhny Novgorod, in collaborazione con la Casa automobilistica GAZ Group, è iniziata da alcune settimane la produzione della nuova Octavia. In futuro questo stabilimento costruirà anche la nuova versione della Yeti. A partire dalla primavera 2014 la Casa ceca intende produrre in Russia, presso lo stabilimento della Volkswagen di Kaluga, anche la versione della Rapid, destinata al mercato russo. 

Anche in India ha recentemente preso avvio la produzione della nuova Octavia. 

Oltre ai mercati emergenti internazionali, ŠKODA continua a rafforzare la propria posizione anche in 
Europa . “L’Europa è sempre stata e resta il nostro mercato principale e una colonna portante del nostro fatturato”, spiega Eichhorn. Dall’attuale quota di mercato pari a circa il 4%, la Casa automobilistica intende superare il 5% in Europa. A tal fine ŠKODA sta investendo nei propri stabilimenti cechi. Lo stabilimento di Mladá Boleslav è stato ampliato e modernizzato completamente per avviare la produzione della Rapid/Rapid Spaceback e della nuova Octavia. Attualmente l’Azienda sta potenziando anche il Centro Tecnologia e Sviluppo di Česana nei pressi della propria sede principale a Mladá Boleslav. 

Consegne 2013 

Quest’anno l’andamento delle vendite è stato influenzato dalla situazione congiunturale generale e dall’introduzione di numerosi modelli con relativa influenza delle tempistiche di produzione. Nei primi sette mesi del 2013 ŠKODA ha consegnato 534.300 vetture registrando un calo del 5,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

« Torna alla lista